Gli alberi della Capanna Verde

Oggigiorno è molto facile contribuire a rendere il mondo un posto più verde piantando alberi attraverso il web. Per scoprire i tre modi in cui si può fare, clicca qui. Noi della Capanna Verde abbiamo dato il nostro piccolo contributo utilizzando Treedom e piantando 3 bellissimi alberelli. Dato che la scoperta di questo sito è dovuta ad un video di Barbascura X, un ricercatore/divulgatore/youtuber/pirata, abbiamo deciso di partecipare alla sua foresta di Tredoom, chiamata “La foresta della Ciurma”.

gli alberi della capanna verde su Treedom

Gli alberi influiscono positivamente su vari aspetti ecologici, economici e sociali. Semplificando molto, si possono creare 4 categorie di effetti positivi:

  • Sicurezza alimentare. Gli alberi daranno frutti immediatamente commestibili o che possono essere lavorati per diventarlo, assicurando risorse alimentari in modo costante nel tempo.
  • Assorbimento CO2. Nel corso del proprio ciclo vitale, ogni albero catturerà CO2 dall’atmosfera, fissandola al proprio interno.
  • Sviluppo economico. I frutti degli alberi e i prodotti derivati dalla loro trasformazione, possono essere commerciati in circuiti locali, offrendo opportunità di reddito.
  • Protezione ambientale. Gli alberi sono piantati in sistemi agroforestali che favoriscono l’interazione virtuosa tra le diverse specie e il loro impatto positivo sull’ambiente e sui terreni.

I nostri alberi sono stati scelti in modo che nel complesso le tre specie contribuiscano ad ognuno dei quattro effetti. Bando agli indugi, ora vi presentiamo gli alberi della Capanna Verde!

Caffé

Il primo albero non poteva che essere un albero di Caffé, dato che gli autori di questo blog sono tutti italiani, e si sà, da noi il caffé è molto importante. Treedom dà la possibilità di rinominare i propri alberelli, perciò questo non poteva che chiamarsi “La Capanna Verde”. Al momento si trova in un vivaio in Madagascar, in attesa di crescere abbastanza per essere poi trapiantato (Latitudine 20° 31′ 57.42″ S; Longitudine 47° 14′ 40.86″ E).

Caffé: gli alberi della Capanna Verde

Il Caffè, dai cui semi si ricava l’omonima bevanda, appartenente alla famiglia delle Rubiaceae. Sebbene ne esistano oltre 100 specie, le più diffuse sono l’arabica e la robusta. Il caffé rappresenta un’importante fonte di reddito per le comunità locali. Gli usi locali di questo albero sono principalmente legati al consumo delle famiglie di contadini, alla vendita e all’uso di alcune sui parti nella medicina tradizionale. É un albero che permette un alto contributo allo sviluppo economico.

Grevillea

La nostra Grevillea si chiama “PhD”, poichè, essendo la specie (tra le nostre tre) con la più alta capacità di protezione ambientale e di assorbimento di CO2, si adatta bene al tema della tesi di dottorato dell’autrice di questo post, che verteva sulla sostenibilità e sui Servizi Ecosistemici. Si trova in un vivaio in Kenya (Latitudine 02° 47′ 27.13″ S; Longitudine 37° 32′ 16.37″ E).

Grevillea: gli alberi della Capanna Verde

La Grevillea robusta può raggiungere un’altezza di 12- 25 m. I suoi fiori, di un giallo vistoso, sono ricchi di un nettare che attrae le api stimolandone l’integrazione con l’ecosistema e favorendo l’impollinazione delle piante. Viene utilizzata anche come pianta frangivento e consente la formazione naturale di humus, mantenendo l’umidità e migliorando la qualità del suolo. Inoltre, le foglie vengono utilizzate come mangime per il bestiame.

Arancio

Per ultimo, ma non per importanza, abbiamo il nostro albero di Arancio, rinominato Nami in onore dell’omonimo personaggio del manga One Piece, che aveva una passione per gli alberi di agrumi. Questa piantina si trova in un vivaio in Kenya (Latitudine 02° 47′ 27.13″ S; Longitudine 37° 32′ 16.37″ E).

Arancio: gli alberi della Capanna Verde

Originario della Cina meridionale, l’Arancio è un sempreverde che produce squisiti frutti e piccoli fiori bianchi e verdi molto profumati. Viene piantato per l’utilizzo alimentare e per aiutare l’economia locale attraverso il commercio di frutti. Oltre a contribuire altamente alla sicurezza alimentare, dalle sue parti si possono ricavare medicinali tradizionali e materie prime per l’utilizzo nella cosmesi.

Una volta che i nostri alberi saranno pronti per essere piantati in terra, Treedom ci invierà delle foto, con cui provvederemo ad aggiurnare il post. Iscrivetevi alla nostra mail list per non perdervi nessun nuovo contenuto!

Le prime fotografie!

Mentre aspettano di essere trapiantati, ogni albero si stà godendo la compagnia dei suoi simili.

Treedom caffé
Treedom grevillea
Treedom arancio

Finalmente arrivati!

Il nostro Nami (l’albero di Arancio) è stato trapiantato e geolocalizzato: Latitudine 01° 48′ 37.89″ S; Longitudine 37° 33′ 9.30″ E.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: